Sintra, nuova Green factory a Suno (Novara)

Giampiero Castellotti
27/05/2022
default

A Suno, in provincia di Novara, ha preso vita l’Expertise & Technology Center (TEC) di Sintra, azienda leader nelle tecnologie di ventilazione industriale.

Una Green factory unica al mondo, prototipo delle tecnologie green più avanzate in materia di trattamento dell’aria, ma anche esempio concreto di una progettazione integrata in grado di coniugare innovazione, tecnologia e produttività senza sprechi.

“In quasi 30 anni di esistenza, Sintra non ha mai smesso di innovare per proporre ai clienti un’offerta di progettazione assistita basata su soluzioni tecniche che combinano allo stesso tempo efficienza, risparmio e prestazione energetica – afferma in occasione dell’inaugurazione Marco Zambolin, Ceo di Sintra, società Benefit. “Oggi siamo orgogliosi di fare un passo importante nella nostra storia con l’inaugurazione dell’Expertise & Technology: vero laboratorio in scala reale in grado di mostrare i processi più innovativi al mondo in termini di trattamento dell’aria applicato ad alti volumi”.

Numeri e tecnologie del TEC

L’Expertise & Technology Center di Sintra si compone di un primo edificio di 150m di lunghezza, di 30m di larghezza e 14m di altezza. Qui sono stati creati 800 m² di uffici, tutti riscaldati da una pompa di calore di soli 90 kilowatt, alimentata da pannelli fotovoltaici.

Come sistema di riscaldamento secondario e dimostrativo, gli aerotermi a gas a condensazione soffiano aria calda di massa a 50°C sotto il soffitto. Un unico canale Mixind® di soli 20 metri di lunghezza sarà in grado di omogeneizzare tutte le temperature sui 150 metri di lunghezza e 14m di altezza dell’edificio, con un’approssimazione di più o meno un grado. Un’impresa impossibile da realizzare con i metodi tradizionali. Telecamere a infrarossi sono utilizzate per monitorare la temperatura dell’edificio in tempo reale.

Il sito è, inoltre, dotato di un innovativo sistema di sovraventilazione estiva fino a 2.000.000 m3/h, corrispondenti a 50 vol/h, grazie a un dispositivo di filtrazione dell’aria esterna molto economico e originale, autopulente con la pioggia.

La struttura altamente innovativa dell’edificio recupera anche l’energia solare per il riscaldamento passivo, mentre l’indipendenza idrica è garantita dal recupero dell’acqua piovana e dalla fitodepurazione delle acque reflue.

L’investimento per la realizzazione di questo Centro di Ricerca e Produzione è stato di 6 milioni di euro.

Dettagli dell’impianto

Particolare attenzione è rivolta allo sviluppo di nuove tecnologie per combattere i problemi associati all’infiltrazione di aria fredda dai portoni industriali e le baie di carico.

Mantenere una temperatura costante e omogenea controllando i flussi d’aria e il livello di umidità: una questione cruciale e una vera sfida per gli attori dell’industria del terziario, in particolare negli edifici ad alto volume.

Entro il 2025, il sito raggiungerà una superficie di 15.000 m2 di edifici, di cui 2.000 m2 di uffici. Unico nel suo genere, l’Expertise & Technology Center è inoltre un edificio “virtuoso”, in grado di dimostrare come le applicazioni di queste nuove tecnologie permettano di ottimizzare la progettazione integrata delle installazioni edilizie, senza necessariamente aumentare l’investimento iniziale.

La biodiversità dentro e fuori l’impianto

Fortemente voluto dal Ceo anche il giardino pensile interno, composto da piante tropicali, e l’area verde esterna dove spicca un biolago le cui acque sono sottoposte a riciclo continuo e recupero.

Acidofile e piante adibite alla fitodepurazione completano l’area verde che contribuisce a mitigare le temperature esterne. Gli uffici interni, ma anche la stessa area di produzione e dimostrazione, ospitano piante simbolo di benessere e comfort lavorativo.

Un centro pilota per test e formazione

Le attività di ricerca scientifica e di sperimentazione in scala reale permettono anche di perfezionare e convalidare i modelli matematici attuali della dinamica dei fluidi CFD (Computational Fluid Dynamics), che sono scientificamente insufficienti nel loro stato corrente per prevedere il comportamento dinamico reale delle applicazioni che utilizzano queste nuove tecnologie.

L’edificio è attrezzato con una stazione meteorologica e con un sistema particolare di gestione BMS (Building Management System) che controllano il comportamento dinamico e termico nelle diverse condizioni termoigrometriche interne ed esterne. L’ETC di Sintra sarà sede di un Centro di formazione destinato ai progettisti.

Le terrazze panoramiche interne ed esterne permettono di assistere, in tutta sicurezza, ai test sperimentali senza avere impatto sull’attività produttiva del sito. Il nuovo Centro di Ricerca sarà anche disponibile per le Università e le Istituzioni responsabili dello sviluppo di tecnologie energetiche innovative per scopi didattici e sperimentali.

L’ETC di Sintra, situato in via Novara 35 a Suno, è destinato non solo alla produzione di Sintra, ma anche e soprattutto alla sperimentazione e alla ricerca continua per lo sviluppo di impianti di nuova generazione di sistemi di pulsazione avanzati integrando le tecnologie brevettate MIXIND®.

Più che mai, la missione di Sintra – prosegue Zambolin – è quella di mantenere il nostro status sul mercato: un’impresa all’avanguardia che fa parte di un processo di efficienza energetica per una conservazione ideale dell’ambiente. Per Sintra, ciò significa concepire sistemi innovativi che consentono di controllare il consumo energetico, con la responsabilità sociale di voler contribuire a una maggiore sostenibilità ambientale per il futuro delle nuove generazioni”. Il Ceo conclude: “Questo Expertise & Technology Center è la dimostrazione vivente di quello che possiamo fare oggi in termini di trattamento dell’aria se riflettiamo in modo diverso. Questo nuovo Centro di Ricerca e Formazione ci permetterà di attrezzarci meglio per essere comprensibili al mercato. Il centro incarna l’edificio industriale del futuro, e mostra un nuovo approccio al design grazie alle tecnologie che continueremo a sviluppare domani.

CHI è SINTRA

SINTRA Srl Benefit è il primo produttore europeo di canali metallici perforati in grado di combinare pulsione dell’aria ambientale e diffusione dell’aria di alimentazione, per tutti i tipi di applicazioni.

Nel 1981, Marco Zambolin inventa i canali perforati MIXIND® e, con Sintra, sviluppa soluzioni innovative e competitive di trattamento dell’aria al servizio dei suoi clienti, grandi nomi dell’industria come Airbus, FCA, PSA, Ikea e Amazon. In occasione del 27esimo anniversario della sua creazione (1995-2022) la società ha inaugurato il suo nuovo Centro di Ricerca e Produzione, noto come Expertise Technology Center.

Giampiero Castellotti