Siccità, Fedagripesca: “No a disparità di aiuti tra Regioni”

Giampiero Castellotti
07/07/2022

“L’emergenza climatica sta colpendo estremamente la Toscana. La crisi è sotto gli occhi di tutti. La scelta del governo di sostenere alcune delle Regioni più in difficoltà è un passo importante che condividiamo, ritenendolo assolutamente indispensabile. È evidente però che la Toscana non possa rimanere esclusa da aiuti e risorse: le ondate di caldo record, la siccità, le perdite enormi dei raccolti agricoli ci riguardano in maniera concreta e assoluta, in ogni provincia”.

Così Fabrizio Tistarelli, presidente di Fedagripesca Confcooperative Toscana sul clima e lo stato di calamità.

“Sono state stanziate alcune decine di milioni per supportare le Regioni che si sono prontamente attivate per richiedere sostegni al Governo. La Toscana – afferma Tistarelli – non può pensare di affrontare una situazione di carattere eccezionale in autonomia, considerando i danni già seri e ampi causati dal caldo. Bisogna agire con celerità per sopperire alla carenza d’acqua che affligge le nostre produzioni e favorisce anche lo sviluppo di incendi. Il settore agricolo è già vittima di gravi perdite economiche, un problema a cui si aggiunge anche l’impatto allarmante su tutto ecosistema.

“L’approvvigionamento idrico – conclude il presidente di Fedagripesca Confcooperative Toscana – deve rappresentare una priorità anche in ottica dei prossimi mesi estivi. Serve rispondere alla crisi, alzando il livello di allerta”.

Giampiero Castellotti