Panariagroup (ceramica) punta sull’accelerazione green

Giampiero Castellotti
13/09/2022

Panariagroup Industrie Ceramiche S.p.A, gruppo multinazionale italiano leader mondiale nella produzione e distribuzione di superfici in ceramica per pavimenti e rivestimenti, ha presentato – in occasione della cerimonia inaugurale del Landscape Festival, l’evento dedicato allo sviluppo sostenibile del paesaggio di cui Panariagroup è uno dei main partner – il nuovo progetto di sostenibilità a lungo termine: THINK ZERO.

In linea con l’impegno di Panariagroup nello sviluppo di un business che ha la responsabilità di impresa e la sostenibilità tra i propri assi portanti e coerentemente con gli impegni assunti rispetto agli SDGs stabiliti dall’Onu, il programma THINK ZERO rappresenta un passo strategico. La compensazione delle emissioni dell’intera produzione di gres laminato, ceramica ultrasottile che Panariagroup per prima ha creato per ridurre drasticamente l’impatto ambientale – grazie alla riduzione di 2/3 dello spessore di una piastrella standard – oggi consente ai brand del Gruppo (Cotto d’Este, Panaria Ceramica, Lea Ceramiche in Italia e Margres in Portogallo) di fornire il primo prodotto certificato 100% Carbon Neutral nell’ambito della produzione italiana di superfici ceramiche.

L’ottenimento della certificazione Carbon Neutral per le grandi lastre ultrasottili di Panariagroup è l’apice di un processo studiato e sviluppato accuratamente nel corso degli anni, che ha visto la Società essere pioniera nella creazione del gres laminato e investire circa 110 milioni di euro in innovazione ed aggiornamento tecnologico negli ultimi 5 anni.

THINK ZERO nasce dalla volontà del Gruppo di perseguire un approccio fattuale e concreto alla sostenibilità. In quest’ottica, Panariagroup ha avviato la mappatura di tutto il processo di produzione e del ciclo di vita delle lastre ultrasottili – dall’estrazione delle materie prime fino alla demolizione del prodotto installato – per intervenire strategicamente sulla riduzione dell’impronta ambientale complessiva, fino a compensare completamente le emissioni di CO2, ben oltre, quindi, le direttive ETS europee. Panariagroup, infatti, dal 2013 partecipa attivamente al meccanismo Emission Trading Scheme, lo strumento dell’UE che istituisce l’obbligo di monitoraggio, comunicazione e restituzione annuale delle quote dirette di emissione di CO2 generate dagli impianti di produzione e funzionale a raggiungere entro il 2030 la riduzione del 55% delle emissioni di CO2 registrate nel 2005. Con il progetto THINK ZERO, Panariagroup, primo e unico gruppo ceramico italiano a farlo, è andata oltre: ha volontariamente compensato la quota di emissioni generate non solo durante la produzione ma calcolando l’intero ciclo di vita delle superfici ultrasottili.

Grazie all’implementazione del piano THINK ZERO, Panariagroup compenserà completamente le emissioni di carbonio delle lastre ultrasottili di propria produzione a partire da settembre 2022. Ciò è stato possibile attraverso l’acquisto e il ritiro di crediti di CO2 appartenenti allo standard CDM (Clean Development Mechanism, program operator delle Nazioni Unite) ottenuti grazie allo sviluppo di un progetto di trasporto pubblico sostenibile in India. In particolare, il progetto prevede lo sviluppo di un tratto di metropolitana a Nuova Delhi per ridurre l’utilizzo di mezzi di trasporto convenzionali a favore della metro, essendo più efficiente, più veloce, più sicura, più affidabile e potendo contare su un deciso minor impatto ambientale, considerate le emissioni di gas a effetto serra per passeggero-chilometro.

In merito a THINK ZERO, Emilio Mussini, Presidente di Panariagroup, ha dichiarato: “THINK ZERO è un ambizioso progetto che si inserisce in un Piano di Sostenibilità di cui ci siamo dotati e che, con estrema concretezza, ha obiettivi sino al 2030. Investire nel Pianeta e in un modello di business più responsabile è un passo obbligato se vogliamo andare nella direzione dell’Accordo di Parigi e scongiurare le conseguenze peggiori della crisi climatica. Le attività di ricerca e sviluppo per portare sul mercato prodotti innovativi e sostenibili sono sempre state tra i principali driver della strategia di crescita del Gruppo e sono molto orgoglioso di comunicare che, oggi, Panariagroup vanta un nuovo primato assoluto: con il progetto di compensazione THINK ZERO, le grandi lastre ultrasottili che per primi abbiamo lanciato sul mercato attraverso le linee Kerlite di Cotto d’Este, Slimtech di Lea Ceramiche, Zero.3 di Panaria Ceramica e Linea di Margres, rappresentano il primo ed unico prodotto al mondo certificato 100% carbon neutral nell’ambito dei rivestimenti e pavimenti in ceramica Made in Italy”.

LE LASTRE CERAMICHE PIÙ SOSTENIBILI AL MONDO A CO2 COMPENSATA AL 100%

Operando nel campo delle superfici per l’architettura residenziale, commerciale e pubblica, Panariagroup si rivolge ad un ampio ventaglio di stakeholder nel settore delle costruzioni e del Real Estate.

Le scelte dei materiali per la costruzione degli spazi abitativi, professionali e pubblici hanno oggi più che mai un valore determinante nel migliorare l’impatto sull’ambiente. Per realizzare edifici sostenibili, bisogna infatti cominciare a costruire in modo diverso e utilizzare i materiali locali o, possibilmente riciclati, impegnandosi a fondo nello sviluppo di una crescita economica circolare.

A livello globale1, edifici, abitazioni e settore dell’edilizia oggi sono responsabili del

  • 36% dell’intero consumo energetico globale
  • 37% di tutte le emissioni di CO2 legate all’energia

In quest’ottica, il programma THINK ZERO di Panariagroup, sviluppato anche grazie alla guida del team di esperti di CO2 Advisor S.r.l.s., si rivolge a tutti gli stakeholder del settore, con l’obiettivo di sensibilizzare l’ecosistema delle costruzioni a partire da chi ne è parte integrante, vale a dire le persone che cercano un nuovo modo di abitare più sostenibile, rispettoso della qualità della vita e dell’ambiente; i progettisti e developers che sempre di più pretendono materiali certificati per progetti dall’impatto ambientale minimo e i produttori che oggi vogliono impegnarsi a fornire prodotti senza sostanze nocive alla salute umana, dotati di certificazioni ambientali in linea con i criteri più rigorosi.

Forti di una tradizione ultradecennale, le lastre ultrasottili di Panariagroup nascono sostenibili fin dalle prime fasi: a partire dagli ingredienti utilizzati per produrle – solo acqua, terra e fuoco -, dal minor fabbisogno di acqua e di energia, dal minor inquinamento utilizzato nei trasporti delle lastre stesse. Tutto questo le ha rese da sempre tra i materiali più sostenibili a disposizione dei progettisti.

Alcuni dati2 sulla produzione del laminato sottile:

  • -65% di consumo di materie prima
  • -80% di fabbisogno di acqua
  • -30% di fabbisogno di energia
  • -30% di emissioni di CO2 in atmosfera
  • -66% di inquinamento generato da trasporto

A questi risultati, il progetto THINK ZERO aggiunge la compensazione totale e volontaria delle emissioni residue, andando oltre gli obblighi normativi e riconfermando così l’impegno di Panariagroup verso sostenibilità e innovazione.

Panariagroup ha infatti quantificato anche le emissioni di CO2 relative al ciclo di vita dei propri prodotti al di fuori del perimetro produttivo; dall’estrazione delle materie prime, fino alla demolizione di pavimenti e rivestimenti. Con questa operazione, la società muove un altro passo importante verso la realizzazione del Piano di Sostenibilità a lungo termine che prevede una roadmap di appuntamenti al 2030 e al 2050 e si pone oggi come leader sostenibile nel settore ceramico italiano.

***

PANARIAGROUP

Panariagroup Industrie Ceramiche S.p.A. è un gruppo multinazionale italiano, leader mondiale nella produzione e distribuzione di superfici in ceramica per pavimenti e rivestimenti del segmento premium del mercato. Con quasi 1.700 dipendenti, oltre 10.000 clienti professionali, e 6 stabilimenti produttivi (3 in Italia, 2 in Portogallo e 1 negli Stati Uniti), Panariagroup è un player di riferimento nel proprio settore e vanta una distribuzione geografica delle vendite focalizzata per il 79,5% sui mercati esteri.

Specializzato nella produzione di grès porcellanato e grès porcellanato laminato, tramite i propri 9 brand commerciali (Panaria Ceramica, Lea Ceramiche, Cotto D’Este, Blustyle e Maxa quelli italiani, Margres e Love Tiles i portoghesi, l’americano Florida Tile e Bellissimo, il brand indiano), Panariagroup propone soluzioni di alta qualità e prestigio per tutte le esigenze dell’architettura residenziale, commerciale e pubblica.

Panariagroup è una realtà di dimensioni internazionali presente in Italia, Portogallo, Stati Uniti, India e che opera in oltre 130 paesi nel mondo con una rete commerciale ampia e capillare.

web www.panariagroup.it | social: facebook.com/panariagroup

https://www.linkedin.com/company/panariagroup/

1 2021 GLOBAL STATUS REPORT FOR BUILDINGS & CONSTRUCTION, Global Alliance for Buildings & Constructions

2 I dati si riferiscono al confronto tra 1 mq di piastrelle ultrasottili e 1 mq di piastrelle a spessore tradizionale

Giampiero Castellotti