Napoli celebra il decennale del Pizza Village

Giampiero Castellotti
14/06/2022

Napoli pronta a celebrare la decima edizione del Pizza Village, in programma dal 17 al 26 giugno, sul lungomare partenopeo. La manifestazione, che celebra di fatto il risveglio sociale e la ripresa della vita cittadina, segna la ripartenza dei grandi eventi in città grazie alla comunione di intenti immediatamente condivisa tra gli organizzatori di Oramata Grandi Eventi, l’amministrazione del sindaco Gaetano Manfredi e la Regione Campania.

Rinnovata la formula dei 10 giorni della kermesse, con le sue pizzerie in batteria pronte ad accogliere i top player tra i maestri pizzaioli, l’area “Pizza Tales – Racconti di pizza” riservata agli incontri tematici di enogastronomia con numerosi ospiti e personaggi vip che si confronteranno e sperimenteranno le future evoluzioni del settore e, ovviamente, tanta musica ed intrattenimento.

Il palco del Caputo Pizza Village sarà sempre più la “piazza d’incontro” del villaggio, con la programmazione musicale e gli ospiti della radio RTL 102,5. che si avvarrà dell’esperienza e della grande conoscenza della città del noto conduttore Gianni Simioli. La radio trasmetterà dagli spazi dell’evento in diretta radio televisiva per circa 14 ore al giorno, seguendo minuto dopo minuto il Caputo Pizza Village, cogliendone le sue molteplici sfumature, ma anche passando attraverso il racconto della città e delle sue magnificenze.

I risultati raggiunti dal Pizza Village Napoli, oltre 1 milione di visitatori nelle ultime due edizioni (2018-2019), evidenziano tutta la valenza del progetto voluto dagli organizzatori nell’aver proposto l’evento come leva di marketing territoriale grazie alla pizza, ambasciatrice della napoletanità nel mondo. L’effetto di incoming turistico nell’ultima edizione, con 210 mila visitatori da fuori regione (20% dei visitatori totali) e 105 mila provenienti dall’estero (10% sul totale) e il +30% dell’occupazione alberghiera, rispetto all’anno precedente, evidenziano il raggiungimento dell’obiettivo.

Il Pizza Village, con una collocazione fisica e temporale precisa e stabile, si conferma grande evento di respiro sempre più internazionale; un’occasione unica, per l’alto numero di visitatori e per l’ampia risonanza mediatica, di promozione del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico campano, da quest’anno colta e valorizzata ulteriormente grazie alla sinergia con la Agenzia regionale per la promozione del turismo della Campania.

Se da un lato il decennale del Caputo Pizza Village Napoli segna un traguardo temporale, per gli organizzatori l’edizione di quest’anno è il punto di partenza di una nuova mission. La manifestazione assumerà sempre più, pur non abbandonando la matrice nazional popolare, occasione di promozione delle radici culturali del capoluogo partenopeo, della regione e dei suoi maggiori interpreti.

Dall’arte alla cultura, passando per la musica, il cinema, il teatro, dal cinema allo sport, dalla moda all’economia, senza dimenticare l’innovazione, lo sviluppo imprenditoriale e industriale. Il lungomare Caracciolo sarà anche teatro di un appuntamento speciale, la sera del 21 giugno, proprio nel giorno del solstizio d’estate, che celebrerà l’inizio di questo nuovo progetto che intende rendere omaggio alla città, alla regione e ai suoi abitanti.

Intanto la macchina organizzativa è a pieno regime nella definizione dei dettagli dei tantissimi contenuti tra cui non mancherà il Campionato del Mondo della pizza – Trofeo Caputo. Un impegno che passa anche attraverso la promozione di un contest, attraverso i canali social del Pizza Village, che coinvolgerà la città chiamata ad assegnare, con una manifestazione di preferenza, l’ultimo spazio disponibile per completare la griglia delle pizzerie presenti sul Lungomare.

Da segnalare che Ooni Pizza Ovens, azienda leader nella produzione di forni da esterno per pizza, sarà  per questa edizione official sponsor dell’evento: un legame nato grazie alla capacità dell’azienda di essersi affermata come punto di riferimento per tutti gli appassionati del mondo dell’arte bianca che amano mettersi in gioco nella preparazione della pizza fatta in casa. 

In occasione della manifestazione, l’azienda guidata da Kristian Tapaninaho e Darina Garland ospiterà presso il proprio stand tutti coloro che vorranno cimentarsi nella preparazione della pizza, dalla stesura alla cottura all’interno dei potentissimi forni, celebri per cuocere pizze in soli 60 secondi grazie al raggiungimento di temperature fino ai 500°. Le attività organizzate da Ooni saranno suddivise in slot orari della durata di 25 minuti l’uno: 2 ogni ora per 10 giorni, durante i quali un team di ambassador e pizzaioli sarà presente per supportare gli ospiti durante le attività.

Ooni Pizza Ovens supporterà inoltre il campionato amatoriale di pizza che si svolgerà all’interno del villaggio: uno spunto di confronto leale in un contesto di divertimento, semplicità ed amicizia che da sempre contraddistingue il mestiere del pizzaiolo. Tutti i curiosi e appassionati potranno cimentarsi nella preparazione di pizze, lasciandosi guidare dal proprio gusto e dalla propria fantasia. Un’iniziativa che si pone in perfetta linea con la campagna di Ooni dal titolo “Make Pizza”, concepita per invogliare tutti gli appassionati del mondo dell’arte bianca a mettersi in gioco nella preparazione del piatto simbolo del nostro Paese, con l’obiettivo di creare ricordi indelebili e generare momenti di massimo divertimento in compagnia delle persone più care.

Giampiero Castellotti