In Sardegna si rinnova “L’Isola delle Storie”

Giampiero Castellotti
20/05/2022

Dopo due anni di pausa, dall’1 al 3 luglio 2022 tornerà a Gavoi (Nuoro) L’Isola delle Storie – Festival letterario della Sardegna: il festival culturale che per 16 anni – quest’anno sarà infatti la XVII edizione – ha dato appuntamento nel primo fine settimana di luglio a una comunità di cittadini temporanei fatta di scrittori, artisti, lettori e viaggiatori, che per quattro giorni abitava il piccolo paese di poco più di duemila abitanti nel cuore della Sardegna.

«Sarà un rientro ‘dolce’, un’edizione leggermente ridotta rispetto alle precedenti, ma non per questo meno interessante e priva di qualità – così Marcello Fois, presidente dell’Associazione Isola delle Storie, che per primo ha annunciato la ripresa della manifestazione – siamo entusiasti e felici di riprendere, è una bella notizia per noi e per la comunità di Gavoi, che ha sentito la mancanza di questo appuntamento e noi con loro».

Un’edizione di tre giorni, quindi, che inizierà la sera di venerdì 1 luglio – con un importante appuntamento di apertura che il Festival sta realizzando in collaborazione con il Comitato nazionale per i 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda – per poi proseguire nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 luglio, con un articolato cartellone di incontri, dialoghi, reading e mostre che toccheranno le piazze e i luoghi che il pubblico ha imparato a conoscere e ad amare nel corso degli anni: il balcone di S’Antana‘E Susu, piazza Sant’Antriocu, Binzadonnia il Giardino Comunale, piazza Mesubidda, Casa Maoddi.Il programma è in via di definizione e verrà comunicato a breve, questi alcuni dei primi ospiti confermati per questo 2022: Mariangela GualtieriDaria BignardiPaola SaluzziLoredana LipperiniGabriele Romagnoli e Jonathan Bazzi.

Come di consueto, inoltre, una specifica sezione a cura di Associazione Lughenè sarà dedicata in particolar modo a bambini e ragazzi e verrà rinnovata anche la collaborazione con il MAN Museo d’Arte provincia di Nuoro che porterà l’arte contemporanea negli spazi del Museo del Fiore Sardo.

(foto di Francesca Marchi – ufficio stampa festival)

Giampiero Castellotti