Concluso con successo il Cicap Fest a Padova

Giampiero Castellotti
07/06/2022
Piero Angela al Cicap Fest

Con una grande partecipazione di pubblico in presenza, ma anche online, si è conclusa con successo a Padova la quinta edizione del CICAP Fest 2022. Nei tre giorni di festival, dal 3 al 5 giugno, tantissime persone desiderose di sapere, conoscere e capire hanno seguito con attenzione e partecipazione, negli spazi all’aperto e nelle sale, gli oltre 120 appuntamenti in programma e i più di 160 protagonisti, distribuiti nelle 18 diverse location, registrando spesso il sold out. 

Scienziati, divulgatori, scrittori, filosofi, giornalisti e personaggi del mondo della ricerca, della letteratura, della cultura e dello spettacolo sono intervenuti intorno al tema del mondo che verrà, approfondendo argomenti legati alla salute, all’ambiente, alla medicina, all’innovazione, alla tecnologia, all’esplorazione spaziale e, naturalmente, a come affrontare il dilagare della disinformazione e delle pseudoscienze.

Allo stesso tempo, molti degli incontri sono stati trasmessi anche online, sul sito cicapfest.it, sulla pagina Facebook del CICAP Fest e sul canale YouTube del CICAP, confermando la scelta vincente di proporre un programma ibrido e valorizzando le potenzialità del web già sperimentate nelle scorse edizioni, e registrando più di 240.000 contatti unici raggiunti, con oltre 30.000 interazioni. Nelle prossime settimane verranno resi disponibili nuovi contenuti video e podcast.

«Questa quinta edizione del CICAP Fest è stata un’autentica festa della scienza e della curiosità. Un piacevole e, a giudicare dalla grande partecipazione del pubblico, attesissimo ritorno di un appuntamento che sta diventando una tradizione e un punto di riferimento davvero unico nella panoramica dei festival del nostro Paese» dichiara Massimo Polidoro, segretario del CICAP e direttore del CICAP Fest. «Vedere le prestigiose sale e le accoglienti piazze di Padova piene di persone, con tantissime ragazze e ragazzi venuti da tutt’Italia, per ascoltare conversazioni, presentazioni e discussioni a tema scientifico, o partecipare a spettacoli, dimostrazioni, workshop, mostre e laboratori di ogni tipo, è qualcosa che scalda il cuore. Ci fa capire che, oltre alla superficialità di molti e alla polarizzazione a cui spesso i social o la TV tentano di costringerci, c’è anche tanta fame di conoscenza autentica: il desiderio di capire il mondo, in un momento in cui la complessità e l’incertezza sono sempre più alte, è davvero grande ed è per tutti noi, relatori e organizzatori, un grandissimo piacere, oltre che un onore, poter dare il nostro contributo. I ragionamenti sul Festival del prossimo anno sono già iniziati e faremo tesoro dei tantissimi commenti e apprezzamenti ricevuti in queste indimenticabili giornate». 

«Abbiamo cercato di capire in che modo la scienza contribuisce al futuro sia fornendo soluzioni per i grandi problemi che l’umanità deve affrontare sia contribuendo a prevedere ciò che accadrà, in modo da farci trovare tutti più preparati – dichiara Daniela Ovadia, coordinatrice scientifica del CICAP Fest «È con soddisfazione che notiamo quanto il CICAP Fest sia diventato un appuntamento importante anche per le istituzioni e le fondazioni scientifiche che hanno scelto di collaborare con noi, confermando che si tratta di un momento di informazione scientifica seria ma anche divertente, grazie a un programma e a un linguaggio adatto a un pubblico variegato e di tutte le età».

«Questo Fest ci ha dimostrato che la scienza ci aiuta a vivere meglio e ci può aiutare a costruire un mondo più equo, più democratico, più salutare e a farci trovare preparati nel caso di situazioni avverse. Ascoltiamo la scienza, ci fa bene – conclude Sergio Della Sala, neuroscienziato all’Università di Edimburgo e Presidente del CICAP.

Tra gli ospiti, tutti molto applauditi: Piero Angela, Paolo Attivissimo, Amedeo Balbi, Valeria Barbi, Guido Barbujani, Leopoldo Benacchio, Vicente Vérez Bencomo, Elisabetta Bernardi, Piero Bianucci, Alexandra Borissova, Davide Calabrese, Sandro Carniel, Bruno Gabriel Salvador Casara, Daniel Coen, Giuseppe Costa, Raul Cremona, Francesco De Carlo, Maria Di Biase, Diodato, Simonetta Di Pippo, Elena Dogliotti, Daniele Fabbri, Luca Foresti, Adrian Fartade, Chiara Galeazzi, Julia Galef, Silvio Garattini, Donato Giovannelli, Michela Giraud, Peter Godfrey-Smith, Diletta Huyskes, Carlotta Jarach, Stefan Klein, Francesco Lancia, Marco Malvaldi, Michael Mann, Giorgio Manzi, Mao, Michael Marmot, Marco Martinelli, Martoz, Lee McIntyre, Enzo Moretto, Marta Musso, Corrado Nuzzo, Leo Ortolani, Elisa Palazzi, Luca Perri, Valentina Petrini, Telmo Pievani, Saverio Raimondo, Maria Rescigno, Giulia Rispoli, Susan Schneider, Massimo Temporelli, Mitchell Valdés-Sosa, Giorgio Vacchiano, Roberta Villa, Antonella Viola, Edith Widder. 

Ad aprile inoltre più di 1.500 studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia hanno partecipato al CICAP Fest EDU, quattro giorni di incontri in streaming. 

La buona riuscita della manifestazione è stata possibile anche grazie agli oltre 100 volontari in maglietta arancione che hanno dato il proprio contributo affinché tutto si svolgesse in modo organizzato e ordinato.

Il Comitato scientifico

Shaul Bassi (direttore dell’International Center for the Humanities and Social Change, Università Ca’ Foscari, Venezia), Elisabetta Bernardi (biologa nutrizionista, autrice storica di SuperQuark, docente di Antropometria, Università degli studi di Bari Aldo Moro), Enzo Crupi (docente di Logica e Filosofia della scienza all’Università di Torino, direttore Centro di Logica, Linguaggio e Cognizione), Sergio Della Sala (docente di Human Cognitive Neuroscience, Università di Edimburgo – Gran Bretagna – e Presidente del CICAP), Lorenzo Montali (docente di Psicologia Sociale, Università di Milano-Bicocca, Vice-Presidente del CICAP), Elisa Palazzi (ricercatrice Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima / ISAC presso il Cnr e Docente di Fisica del clima, Università di Torino), Antonella Viola (docente di Patologia Generale, Università di Padova, e Direttrice Scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica – IRP – Città della Speranza).

Promotori e sostenitori

Il CICAP Fest è promosso dal CICAP in collaborazione con il Comune di Padova, l’Università di Padova, la Provincia di Padova, la Camera di Commercio di Padova e VenicePromex, e Regione del Veneto; con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e RovigoAudible come Partner; Coop Alleanza 3.0 e AcegasApsAmga come Sponsor, con il contributo incondizionato di Fondazione MSD e con il sostegno di Unicredit; Assindustria Venetocentro, Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, Fondazione PezcollerIstituto Mario Negri, Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, Orto botanico di Padova e Musme come Partner istituzionali; con la Media partnership di Focus, Il Mattino di Padova, RAI RADIO 3 Scienza, TV7, ilBoLive, PLaNCK! ein collaborazione conlaFeltrinelli; Zeta Group e Forpress come Sponsor tecnici.

Che cosa è il CICAP

Il CICAP (Comitato italiano controllo affermazioni sulle pseudoscienze) è un’associazione educativa e pedagogica, fondata nel 1989 da Piero Angela e da altre personalità del mondo della scienza e della cultura tra cui Margherita Hack, Umberto Eco, Rita Levi Montalcini, Silvio Garattini, Carlo Rubbia e Umberto Veronesi, per favorire la diffusione di una mentalità scientifica e contrastare pseudoscienze, irrazionalità e superstizione. Il lavoro formativo del CICAP è riconosciuto dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca.

Per informazioni

Sito: www.cicapfest.it

Facebook: facebook.com/CICAPfest

Instagram: instagram.com/cicap_fest

Giampiero Castellotti