Tecnoinox, il “made in Italy” friulano in cucina nel segno della sostenibilità

Giampiero Castellotti
20/07/2022
Alessio Rosa Gastaldo

Il concetto di sostenibilità ambientale è diventato argomento di attualità in quanto legato al benessere e alla salvaguardia delle risorse del nostro Pianeta. La crescita delle società e delle economie nel mondo è inarrestabile: ma per non subire gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici, bisogna crescere in modo sostenibile e tutti siamo chiamati a dare un contributo: sia i singoli individui sia le imprese.

Tecnoinox, azienda friulana da oltre 40 anni specializzata nella progettazione e produzione di cucine modulari, salamandre e forni professionali per il settore Ho.Re.Ca., risponde all’appello raccontando il suo impegno alla sostenibilità.

La sostenibilità sociale fa già parte della vita dell’azienda di Porcia (Pordenone), con la produttività affiancata e sostenuta dall’attenzione al benessere dei lavoratori e da un welfare aziendale consolidato. Tecnoinox, inoltre, ha intrapreso un percorso di innovazione volto a migliorare la sostenibilità ambientale dei processi produttivi e dei prodotti.

Sostenibilità dei processi produttivi

Tecnoinox ha avviato un processo di ammodernamento dei macchinari allo scopo di ridurre i consumi, i tempi di lavoro e gli scarti di lavorazione. L’azienda friulana, inoltre, ha ristretto al minimo l’uso di plastiche sia nei prodotti sia negli imballaggi e impiega materie prime di provenienza certa, in larga parte europea, per evitare quelle da Paesi in cui si pratica lo sfruttamento del lavoro. Anche le scorte di magazzino sono ponderate in modo da ottimizzare i trasporti e ridurre la conseguente carbon footprint.

Sostenibilità dei prodotti 

I prodotti Tecnoinox di ultima generazione sono progettati per abbinare alta efficienza energetica e ridotti consumi d’acqua in fase di pulizia. Questi modelli non assorbono energia nei tempi morti in cucina e, su alcuni di essi, è presente una tecnologia che consente di “alleggerire” le bollette energetiche e di ridurre le emissioni annue di CO2 sino a 1,7 tonnellate. 

La tecnologia dei forni Tecnoinox consente di cuocere senza sprechi e di rigenerare cibi correttamente preparati. C’è perciò minor spreco di cibo, meno costi di lavoro in cucina e migliore gestione dei tempi. Tecnoinox, infine, sta lavorando alla standardizzazione dei componenti di costruzione per estendere la durata operativa dei prodotti

“La sostenibilità è sempre più parte integrante e determinante nella strategia della nostra realtà. Tutte le novità di prodotto e le azioni intraprese a livello aziendale si basano infatti sulla sostenibilità. Questo nostro impegno conferma la costante attenzione di Tecnoinox nei confronti dell’ambiente e del benessere dei dipendenti e dei professionisti dell’Ho.Re.Ca. che ci scelgono per le caratteristiche innovative e le alte prestazioni della nostra offerta – spiega Alessio Rosa Gastaldo, direttore commerciale dell’azienda friulana.

Giampiero Castellotti