Novartis, congedo retribuito all’80% per i neogenitori

Agenzia Adnkronos
18/03/2024
Tempo di lettura: 2 minuti

(Adnkronos) – Novartis, azienda del settore farmaceutico focalizzata sull'innovazione, rinnova il proprio impegno per il benessere dei lavoratori, a sostegno di aspetti prioritari quali la previdenza, la salute, la genitorialità e la conciliazione vita-lavoro. Per tutti i neogenitori che lavorano in azienda sarà riconosciuto il congedo parentale facoltativo con un supporto ulteriore che prevede una copertura retributiva fino all’80% dello stipendio nei sei mesi di utilizzo, superando quanto previsto dalla normativa in vigore. Una scelta fatta per generare valore e creare un impatto positivo per le persone e la società in cui l’azienda opera con l’obiettivo di agevolare la cura dei figli e sostenere in modo concreto la genitorialità. L’accordo integrativo appena sottoscritto con le sigle sindacali ed il supporto di Assolombarda, racchiude altre importanti novità in materia di welfare, introducendo un rafforzamento del sostegno sia per la previdenza complementare che per l’assistenza sanitaria sia per i dipendenti che per i loro familiari.  Per favorire un’organizzazione del lavoro responsabile e una migliore conciliazione vita-lavoro, l’accordo conferma un modello di smart working che prevede un bilanciamento tra lavoro in presenza e da remoto. A questo si integra un contributo al rimborso spese per gli abbonamenti al trasporto pubblico al fine di agevolare una mobilità sempre più sostenibile. Queste novità si aggiungono agli interventi già in atto a sostegno della parità di genere come, ad esempio, la raggiunta equità salariale e il riconoscimento di 20 settimane retribuite pienamente in caso di nascita di un figlio anche per i neo-papà. "Oggi la società è in continuo cambiamento e mutano anche i bisogni e le sfide con cui tutti noi siamo costretti a fare i conti, in un complesso equilibrio tra vita professionale e lavorativa. Come azienda condividiamo quindi con piacere le novità introdotte nell’accordo raggiunto con i rappresentanti dei lavoratori e le organizzazioni sindacali territoriali", commenta Andrei Ghindaoanu, people & organisation head di Novartis Italia. "Si tratta – spiega – di passi avanti significativi che mettono al centro le nostre persone e creano le condizioni per migliorare il loro benessere. Un impegno in costante evoluzione che, insieme al partner sindacale, ci permette di reimmaginare il modo in cui lavoriamo e di creare valore per la società in cui operiamo e viviamo". —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Agenzia Adnkronos