L’intervista: Romano Prodi a tutto campo su Usa, Russia e Cina

Vanessa Pompili
04/07/2022

Интервью: Романо Проди о США, России и Китае

Un’analisi lucida e precisa della situazione che tutto il mondo vive ormai dallo scorso febbraio, quella che Romano Prodi ha delineato nell’intervista a Fabio Scacciavillani sul canale YouTube Inglorious Globastards dal titolo “Romano Prodi a tutto campo su Usa, Russia e Cina”. Il delicato gioco di equilibri internazionali, il mutato asset geopolitico, Putin e il sogno della grande madre Russia, le intuizioni del politologo Herny Kissinger, tutte osservazioni calzanti dell’ottantatreenne statista bolognese nella conversazione per niente scontata rilasciata al giornalista ed economista di origine molisana Fabio Scacciavillani.

Trad. russo (cirillico):

У Романо Проди есть ясный и точный анализ ситуации, в которой оказался весь мир с февраля
прощадлог. На YouTube-канале Inglorious Globastards размещено интервью Фабио Скаччавиллани под
названием «Романо Проди о СШиа, Росите. Тонкая международная игра балансов, изменившийся
геополитический актив, Путин и мечта о великой России, интуиция политолога Херни Киссинджера,
все уместные наблюдения государственного деятеля в савсьем не очевидном разговоре,
переданном журналисту и экономисту Фабио Скаччавиллани.

Romano Prodi (Reggio Emilia, 1939) dopo la laurea in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano, si è specializzato alla London School of Economics, è stato poi visiting professor presso la Harvard University e presso lo Stanford Research Institute. Ha unito all’insegnamento universitario un’intensa attività di ricerca. Ha avuto una lunga carriera accademica ed istituzionale, costellata da numerosi riconoscimenti ed è uno dei massimi esperti di economia industriale.

È stato presidente della società editrice Il Mulino. Nel 1981 ha fondato Nomisma, una delle principali società italiane di studi economici, e sino al 1995 ne ha presieduto il Comitato scientifico. Editorialista per i principali quotidiani italiani (L’Avvenire d’Italia, Il Resto del Carlino, Il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore), ha diretto l’Industria, una rivista di economia e politica industriale. Negli anni Novanta ha condotto su Rai 1 il programma televisivo “Il tempo delle scelte”, una serie di sei lezioni di economia. È stato ministro dell’Industria, presidente dell’IRI, fondatore della coalizione dell’Ulivo. Ha ricoperto il ruolo di presidente del Consiglio dei ministri e successivamente presidente della Commissione europea. E’ stato a capo del gruppo di lavoro Onu-Unione Africana che si occupa di missioni di peacekeeping in Africa.

Fabio Scacciavillani, classe 1961, laurea in Economia e commercio alla Luiss di Roma, dottorato di ricerca in Economia all’Università di Chicago, dove ha anche insegnato. Si definisce economista e asset manager. Una lunga esperienza professionale in campo economico. Ha lavorato in Confindustria a Roma, al Fondo monetario internazionale a Washington, alla Banca centrale europea a Francoforte, a Goldman Sachs a Londra.

Negli anni del boom petrolifero si è trasferito in Qatar operando per la Gulf Organization for Industrial Consulting, poi negli Emirati Arabi Uniti come direttore della ricerca macroeconomica e statistica al Centro finanziario internazionale di Dubai. Prima capo economista del fondo sovrano dell’Oman, ha successivamente assunto il ruolo di Chief strategist officer. È stato partner di una boutique di investimento di New York (con uffici a Hong Kong e Dubai), che governa patrimoni ed assiste nella raccolta di capitali le imprese innovative. È consulente di clienti internazionali e gestisce un portafoglio di startup.

Scrive per Il Fatto Quotidiano e Il Sole 24 Ore. Vive tra Bologna e la Svizzera e insieme ad Alberto Forchielli “anima” il canale YouTube Inglorious Globastards, con il relativo podcast.

Vi proponiamo l’intervista integrale dal canale YouTube Inglorious Globastards.

Vanessa Pompili