Le opportunità del biogas, incontro con gli imprenditori

Giampiero Castellotti
20/05/2022

Codigoro (Ferrara) ha ospitato la terza tappa del FarmingTour, il viaggio itinerante del CIB – Consorzio Italiano Biogas alla scoperta dei nuovi percorsi del biogas tra le aziende agricole italiane.

L’iniziativa ha visto la partecipazione di più di 200 imprenditori agricoli. Ad ospitare l’evento è stata l’Azienda Agricola Leona, un esempio virtuoso di buone pratiche agricole e di produzione di energia rinnovabile, biogas e biometano. L’azienda di proprietà della famiglia Cavallari è specializzata nel grano, mais, soia e riso e si estende su un terreno di 3000 ettari. Dal 2012, si è dotata di un impianto biogas da 1 MWe, con alimentazione tradizionale (insilati di mais e triticale), a cui ha affiancato dal 2020 un innovativo impianto a biometano alimentato con paglia, uno dei primi esempi in Italia. L’Azienda Agricola Leona si conferma un’eccellenza del territorio ferrarese e un esempio di sostenibilità ambientale e valorizzazione delle proprie produzioni agricole.

Riccardo Minarelli, titolare dell’Azienda Agricola Leona ha aperto i lavori: “Oggi è una giornata molto importante e di grande stimolo perché possiamo condividere con tutti l’esperienza della nostra azienda, un esempio di modello sostenibile e circolare grazie all’impianto biometano. L’agricoltura è il cuore di questa filiera perché partendo dal settore primario possiamo offrire produzioni di qualità e al contempo recuperare i sottoprodotti per produrre energia e digestato”.

A seguire, Samuele Bonazza, assessore all’Agricoltura del Comune di Codigoro: “Il territorio ferrarese è una zona importante, vocata all’agricoltura. L’Azienda Agricola Leona che ci ospita oggi è un fiore all’occhiello delle realtà agricole di Codigoro. Ora auspichiamo che anche altre piccole aziende locali possano seguire questo esempio virtuoso e incrementare così lo sviluppo delle energie rinnovabili nel territorio”.

Al centro della tappa emiliana le sfide del settore primario alle prese con la crisi energetica e le ultime novità normative che hanno riguardato l’agricoltura, le misure approvate per la valorizzazione della produzione di biogas e gli scenari di sviluppo futuro previsti grazie alle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

“Per la nuova tappa del FarmingTour abbiamo scelto la Regione Emilia Romagna, un’eccellenza per la produzione di biogas e biometano agricolo con più di 220 impianti attivi. Tra questi quello dell’Azienda Agricola Leona, socia del CIB, che ha aperto oggi le sue porte, rappresenta il primo impianto in Italia a produrre biometano con la paglia  – dichiara il Presidente del CIB, Piero Gattoni – . Il lavoro dell’Azienda Agricola Leona ci dimostra come lo sviluppo del biogas è in grado di accelerare il percorso verso la transizione ecologica, favorendo l’economia circolare territoriale, e di promuovere l’innovazione tecnologica nelle nostre aziende agricole, con una sempre maggiore attenzione alla sostenibilità” continua Gattoni.

Presente alla tappa emiliana del FarmingTour anche l’On. Guglielmo Golinelli, membro della Commissione Agricoltura della Camera: “Finalmente sono arrivati a compimento, grazie al lavoro parlamentare, importanti innovazioni normative richieste dalla filiera da diversi anni. Questo va nella giusta direzione di sostenere un settore che può dare grandi opportunità di sviluppo e di crescita sia reddituale che ambientale per le aziende agricole”.

La giornata è proseguita con l’approfondimento del progetto del CIB “Farming for Future. Dieci azioni per coltivare il futuro”, la road map delineata dal Consorzio per la transizione agroecologica dell’agricoltura; il momento dedicato all’esposizione delle macchine agricole per la minima lavorazione del terreno e la dimostrazione delle tecniche di gestione efficiente del digestato. Al termine, non è mancata la visita all’impianto biometano alimentato a paglia tramite un trattamento inedito in Italia noto come steam explosion.

“L’emergenza climatica e la sfida energetica ci impongono un cambio di passo che non può attendere. Se con le recenti misure approvate, Governo e Parlamento hanno delineato quale sia il percorso da intraprendere, con queste giornate in campo vogliamo raccontare il nostro modo di fare agricoltura e sottolineare il contributo che il settore agricolo, già oggi, fornisce al sistema Paese. Per compiere ulteriori passi in avanti verso gli obiettivi fissati è necessario accelerare l’emanazione delle misure del PNRR in favore dello sviluppo del biometano e prevedere un percorso per gli impianti esistenti che non potranno convertire a biometano, che tenga conto di quanto fatto finora senza lasciare indietro nessuno”. – conclude il Presidente del CIB.  

Il tour del CIB continuerà il suo viaggio in Lombardia il 16 giugno per arrivare fino in Campania il 14 luglio e concludersi in Puglia il 13 ottobre. Per iscriversi e scoprire tutti i dettagli delle prossime tappe del FarmingTour: https://www.consorziobiogas.it/farming-tour/

Il CIB – Consorzio Italiano Biogas è la prima aggregazione volontaria che riunisce circa 800 aziende agricole produttrici di biogas e biometano da fonti rinnovabili e 221 società industriali fornitrici di impianti, tecnologie e servizi per la produzione di biogas e biometano, enti ed istituzioni che contribuiscono alla promozione della digestione anaerobica per il comparto agricolo.
Il CIB è attivo sull’intera area nazionale e rappresenta tutta la filiera della produzione di biogas e biometano in agricoltura, con l’obiettivo di fornire informazioni ai Soci per migliorare la gestione del processo produttivo e orientare l’evoluzione del quadro normativo per favorire la diffusione del modello del Biogasfattobene® che contribuisce al contrasto della crisi climatica.
Nel 2020 il Consorzio ha lanciato il progetto “Farming for Future – 10 azioni per coltivare il futuro” dedicato alla transizione agroecologica dell’agricoltura.
Attualmente il CIB conta oltre 1000 aziende associate e quasi 500 MW di capacità installata.
Per maggiori informazioni: 
www.consorziobiogas.it
Per maggiori informazioni sul progetto Farming for Future: 
https://farmingforfuture.it/

Giampiero Castellotti