Indagine Federmeccanica, il settore ancora in calo

Giampiero Castellotti
05/06/2024
Tempo di lettura: 1 minuto
Meccanica

E’ stata presentata la 170esima indagine congiunturale di Federmeccanica, focalizzata sui primi tre mesi del 2024. La situazione non è delle migliori: peggiora la produzione industriale con un meno 1,3% rispetto ai tre mesi precedenti e un meno 4% in confronto allo stesso periodo del 2023

A condizionare l’andamento è stato, in particolar modo, il calo della produzione di autoveicoli e rimorchi (meno 7,3%); in controtendenza soltanto la voce “altri mezzi di trasporto” con un più 2,4%.

Del resto i dati nazionali sono in linea con quelli dell’Unione Europea: in Francia il calo congiunturale è stato del 2,9% e in Germania del 2%, mentre in Spagna la variazione è stata positiva con un più 0,7%.

Dal 30% della scorsa rilevazione, si è arrivati al 33% delle imprese intervistate che dichiara un portafoglio ordini in peggioramento. Saldi negativi soprattutto nelle imprese oltre i 500 dipendenti. Inoltre la maggior parte delle aziende (69%) ritiene di mantenere inalterati i livelli occupazionali nei prossimi sei mesi.

Giampiero Castellotti