Il caso Sfoglietta, 27 anni, due startup di successo e già la prima exit

Giampiero Castellotti
09/06/2022

In Italia le startup innovative, nel 2021, hanno superato la soglia record di 1,4 miliardi di euro di investimenti annui. Una cifra eccezionale, certificata dai dati raccolti dall’Osservatorio startup Hi-Tech del Politecnico di Milano, che testimonia la voglia di crescita a livello imprenditoriale da parte delle nuove generazioni, impegnate sempre più nel tessuto tech. Sono 2.600 infatti, il 18,5% del totale, le startup innovative guidate da imprenditori under 35 e proprio qui si inserisce il caso di Roberto Sfoglietta, classe 1995, che a 17 anni aveva già le idee piuttosto chiare tanto che la sua prima startup nel settore della blockchain è stata presentata in un summit a Dubai e Forbes lo annovera fra i talenti under 30. Dopo il percorso universitario in Luiss a Roma, Sfoglietta ha preso il volo diventando uno dei rari casi in Italia di giovani imprenditori illuminati.

Nel 2019, infatti, dopo aver fondato un’altra startup, TAC, per la digitalizzazione dei processi aziendali, si è dedicato ad un nuovo progetto, Ventive, società di investimenti e consulenza per startup innovative, con l’obiettivo di supportare gli imprenditori del futuro. Un prodigio nel prodigio quello di un 25enne maestro di innovazione che intende spingere nel mercato nuove menti e nuove startup dando loro sostegno.

Sfoglietta crede ed investe in talenti giovani come lui, rigorosamente under 30, ed in pochi anni, con Ventive, riesce a seguire il percorso di circa 200 startup raccogliendo 20 milioni di euro di capitale e concludendo con successo 19 operazioni.

Il gruppo Intent, infatti, società specializzata nell’ottimizzazione dei processi aziendali, ha investito nella scommessa imprenditoriale di Sfoglietta, acquisendo Karma Digital, il ramo d’azienda di Ventive che si occupa di comunicazione e marketing. A capo della nuova società, frutto dell’exit, sarà Andrea Saltarello, neo-amministratore delegato di Karma Digital; si tratta della prima exit di Sfoglietta che, oltre al successo economico-finanziario, certifica la forza di un progetto e del suo team.

“Questo è un momento importante per Ventive e stiamo raggiungendo tutti gli obiettivi – dichiara Sfoglietta subito dopo l’accordo di acquisizione siglato nella sede di Intent a Zagarolo (Roma). “Non è mai merito del singolo, è sempre merito del Team che crede in noi dal primo giorno. Ventive non sarebbe riuscita a raggiungere gli obiettivi senza i ragazzi e le ragazze che lavorano con noi e credono in quello che facciamo. Questa Exit, è tutta loro”.

“Noi siamo una società di consulenza informatica in fase di espansione, abbiamo 300 dipendenti e 20 milioni di euro di fatturato a cui mancava un pezzo di futuro, le startup innovative – ha sottolineato Francesco Primerano, presidente del Cda di Intent – pertanto stiamo lanciando una società controllata che lavorerà nell’entertainment ed in Ventive abbiamo trovato un interlocutore credibile, giovane e competente che ci aiuterà a rimanere al passo con l’innovazione. Abbiamo collaborato su alcuni progetti con Karma Digital, sono molto bravi e parte integrante dell’accordo è avere una società proprietaria di marketing per lavorare sulla comunicazione in modo innovativo e strategico”.

Giampiero Castellotti