Fiera Boster, conclusa la tre giorni dedicata alla filiera del legno

Giampiero Castellotti
02/07/2024
Tempo di lettura: 3 minuti
Relatori Conferenza Stampa fiera Boster

Ha chiuso i battenti, dopo un’intensa tre giorni, la fiera forestale Boster, Bosco & Territorio. Sono state numerose le componenti che hanno caratterizzato la manifestazione, che si è confermata appuntamento da non perdere non solo per il mondo professionale ma anche per i tanti appassionati della lavorazione del legno, gli hobbysti, le famiglie. Il fulcro dell’evento è stato l’esposizione di macchinari, attrezzature e strumenti connessi al lavoro in bosco e alla filiera legno-energia, con una settantina di aziende provenienti da tutta Italia che hanno dato dimostrazione delle caratteristiche tecniche dei loro prodotti, instaurato nuovi rapporti di collaborazione e stretto accordi facendosi conoscere anche dall’acquirente finale.

Non sono mancate le visite guidate alle piazzole dimostrative, alle aree interessate dal progetto di Prevenzione incendi per le Filiere del legno (Prefeu) e all’impianto a biomassa inaugurato da circa un mese a servizio delle scuole di Oulx, i test drive con quad e Panda 4×4, le attività cinofile, il mercatino Wood & Food che promuoveva le specialità enogastronomiche locali.

La tenda convegni e la sede del Comprensorio Alpino Torino 2 hanno ospitato partecipati corsi e seminari a cura dei principali enti che si occupano della gestione del territorio montano: Regione Piemonte, Istituto per le Piante da Legno e l’Ambiente, Consorzio Foresta Alta Val di Susa, Associazione Italiana Energie Agroforestali, Associazione Universitaria degli Studenti Forestali di Torino e di Firenze, Bluebiloba, Associazione Operatori Forestali, Replant, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino, Programma per il mutuo riconoscimento degli schemi di Certificazione Forestale.

L’inaugurazione della fiera ha avuto luogo venerdì 28 giugno con il taglio del nastro e gli interventi delle autorità: la senatrice Paola Ambrogio, l’onorevole Daniela Ruffino, il consigliere della Regione Piemonte Roberto Ravello, la consigliera della Città Metropolitana di Torino Sonia Cambursano, il presidente dell’Unione Montana Alta Valle Susa Mauro Carena, gli assessori del Comune di Oulx Thomas Martin e Ornella Pregnolato, il direttore e organizzatore di Boster Gianluigi Pirrera, il presidente dell’Asofor Roberto Faletti, il presidente di Confagricoltura Piemonte e Cuneo Enrico Allasia e quello del Consorzio Forestale Alta Val di Susa Massimo Garavelli.

A consuntivo della manifestazione il bilancio è certamente positivo sia in termini di adesione da parte degli espositori sia in termini di presenze. “Chiudiamo la 12ª edizione di BOSTER con grande soddisfazione per l’ampia affluenza domenica, giornata di sole, che ha compensato il brutto tempo di sabato. Soddisfatti anche gli oltre 70 espositori diretti tra costruttori, importatori ufficiali e concessionari di zona per gli oltre 150 marchi rappresentati. BOSTER riconferma il ruolo di appuntamento di riferimento per il settore forsetale – dichiara Gianluigi Pirrera, direttore e organizzatore di Boster.

Protagonisti della giornata di domenica i quindici atleti impegnati nella terza tappa italiana del Pentathlon del Boscaiolo, a cura della FIB. La gara di abilità forestale, suddivisa in cinque specialità tecniche (cambio catena, abbattimento, sramatura, taglio combinato e di precisione, taglio con accetta), nella prova individuale come due anni fa ha visto il trionfo del toscano Iagor Toninelli, leader italiano in carica che rappresenterà il nostro Paese ai Campionati del Mondo, seconda piazza per Marco Giordanengo e terza per Roberto Castagnoli. A solennizzare il momento le note della Banda Musicale Alta Valle Susa. Sabato 29 e domenica 30 è stato proposto anche il 3° raduno delle Panda 4×4 organizzato dal Panda 4×4 off road Club Italia con l’opportunità di test drive.

Arrivederci a Boster 2026, sempre in Valle di Susa a Beaulard.

Giampiero Castellotti