Centrodestra: nessuna tassa in più sulle case degli italiani

Nataliya Bolboka
06/05/2022

Dopo mesi di tensioni, arriva la notizia ufficiale: nessuna tassa in più sulle case degli italiani.

La riunione tra centrodestra e governo e l’incontro tra Mario Draghi e Matteo Salvini sono risultati decisivi per raggiungere l’accordo. Draghi ha dichiarato: «Dopo i 14 miliardi per rinnovare gli sconti sulle bollette e sulla benzina, abbiamo probabilmente trovato la soluzione per evitare aumenti di tasse sulla casa».

Il catasto verrà aggiornato, come richiesto da premier e Unione europea, ma senza cambiare i criteri attuali.

Come si legge nella nota diffusa in giornata, si è giunti a «un’intesa per rivedere gli articoli 2 e 6 della delega fiscale» e «nessun incremento di tassazione potrà colpire i risparmi o la casa degli italiani». Inoltre, ogni riferimento al «sistema duale» è stato «eliminato» preservando «i regimi cedolari esistenti e garantendo un’armonizzazione del sistema fiscale».

Sul catasto «viene eliminato ogni riferimento ai valori patrimoniali degli immobili, consentendo l’aggiornamento delle rendite secondo la normativa attualmente in vigore e senza alcuna innovazione di carattere patrimoniale».

Come evidenzia il nuovo articolo 6, obiettivo della riforma è puntare sugli immobili fantasma, quelli abusivi e quelli accatastati in categorie errate così da aumentare le entrate. Parte di queste sarà destinata ai comuni così da ridurre le aliquote dell’Imu.

Si risolve quindi la situazione di stallo in cui versava la riforma fiscale, che verrà presentata in aula nei prossimi giorni.

Nataliya Bolboka